giovedì 27 febbraio 2014

U.s. commission on international religious freedom

29 studenti uccisi da Boko Haram, Stato nigeriano Yobe. [io Unius REI pretendo la criminalizzazione, della SHARIA, a livello mondiale, e niente di meno: questo è un complotto, USA, massonico, Bildenberg, UE, ONU, Fmi, Nwo, per rovinare il Genere umano, e distruggere Israele: La violenza organizzata della setta islamica Boko haram è stata preceduta da migliaia di omicidi su base religiosa, a cui le autorità hanno reagito, con, il silenzio e l'inazione, sostiene il premio Nobel Wole Soyinka.]
Nigeria. Attacco Boko Haram in una scuola, almeno 29 studenti uccisi. [perché, non si dice che le vittime sono cristiane? il genocidio dei dhimmi sotto egida ONU, Bildenberg. il sistema massonici di FMI-NWO]. (ASCA) – Roma, 25 feb 2014 – E' di almeno 29 studenti uccisi il bilancio dell'assalto condotto, dai miliziani di Bokom Haram contro, un ostello di una scuola secondaria nello stato nigeriano di Yobe. Lo ha riferito un portavoce dell'esercito, precisando che, l'attacco e' avvenuto presso il Federal Government College nella citta' di Buni Yadi, dove dormivano ragazzi fra gli 11 e i 18 anni. Il nome Boko Haram significa proprio "no all'educazione occidentale" e il gruppo ha effettuato spesso attentati contro, le scuole. Lo scorso settembre in un altro istituto agrario sempre nello stesso stato di Yobe, i Boko Haram hanno ucciso 40 studenti. (fonte AFP).
Nigeria. Attacco Boko Haram a un ostello di studenti. 25 febbraio 2014. (ASCA) – Roma, 25 feb 2014 – I miliziani di Boko Haram hanno assaltato a colpi di arma da fuoco alcuni ostelli di studenti della scuola secondaria, nello stato nigeriano di Yobe. Lo ha riferito un portavoce dell'esercito, precisando che l'attacco e' avvenuto presso il Federal Government College nella citta' di Buni Yadi. Ancora non e' stato fornito il bilancio di eventuali vittime. (fonte AFP).
E' di almeno 43 studenti uccisi il bilancio dell'assalto condotta dai miliziani di Bokom Haram contro un ostello di una scuola secondaria nello stato nigeriano di Yobe. Lo hanno riferito fonti ospedaliere, precisando che l'attacco e' avvenuto presso il Federal Government College nella citta' di Buni Yadi, dove dormivano ragazzi fra gli 11 e i 18 anni.
Il nome Boko Haram significa proprio "no all'educazione occidentale" e il gruppo ha effettuato spesso attentati contro le scuole. Lo scorso settembre in un altro istituto agrario sempre nello stesso stato di Yobe, i Boko Haram hanno ucciso 40 studenti. (fonte AFP).
Nigeria. Boko Haram attacca una scuola: uccisi 40 studenti. 29 settembre 2013. 16.48. TMNews) – Sono almeno 40 gli studenti rimasti uccisi nell'attacco lanciato oggi dai miliziani islamici di Boko Haram in una scuola nel nord-est della Nigeria. Stando a quanto riferito dal portavoce dell'esercito dello Stato nigeriano di Yobe, le vittime sono state raggiunte da colpi di arma da fuoco mentre dormivano nei propri alloggi della Scuola di agricoltura di Gujba, loccalità a circa 30 chilometri dalla capitale dello Stato, Damaturu. Altri quattro studenti sono rimasti feriti. (fonte Afp). Questa è una notizia dell'agenzia TMNews.
Kano (Nigeria), 29 set. (TMNews) – Almeno 28 persone sono rimaste uccise in un attacco lanciato dai miliziani jihadisti di Boko Haram contro gli alloggi degli studenti di una scuola nel nord-est della Nigeria. "Abbiamo ricevuto finora almeno 28 corpi senza vita – ha detto una fonte ospedaliera alla France presse – ce ne aspettiamo molti altri". I miliziani hanno atttaccato la scuola di Agricoltura di Gujba, circa 30 chilometri da Damaturu, capitale dello stato nord-orientale Yobe. (fonte Afp)
Nigeria. Militanti di Boko Haram attaccano 2 villaggi nel Borno, 4 morti
12 febbraio 2014 (ASCA) – Roma, 12 feb 2014 – Alcuni sospetti islamisti hanno aperto il fuoco in due villaggi nel Borno, nel nord-est della Nigeria, uccidendo quattro persone e costringendo molti abitanti alla fuga.
Secondo alcuni testimoni, gli attacchi di ieri sera sono opera dei militanti di Boko Haram che hanno incendiato case e negozi, provocando al momento quattro vittime e alcuni feriti. (fonte AFP).
[ come, la LEGA ARBA è felice per tutto questo? questo è chiaro, la LEGA ARABA guadagna territorialmente, da tutto questo! ] Nigeria. Boko Haram attaccano festa di nozze, sette morti. 30 dicembre 2013. I militanti di Boko Haram hanno provocato sette morti e cinque feriti nel corso di un assalto a una festa di matrimonio nel villaggio di Tashanl Alade, a maggioranza cristiana, nel nord-est della Nigeria. Due uomini armati a bordo di una motocicletta hanno aperto il fuoco contro le persone che stavano tenendo una festa all'aperto e sono poi riusciti a fuggire prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. La setta islamista ha intensificato gli attacchi contro i civili nella regione del Borno, accusandoli di aver collaborato con le milizie governative nazionali che hanno imposto lo stato d'emergenza nell'area.
Sempre nel Borno, ieri altre quattro persone sono state uccise nel villaggio di Kwajaffa, aumentando le preoccupazioni di nuovi attacchi nei confronti della comunita' cristiana. (fonte AFP).
Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 60 morti (1 update)
Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 60 morti
Nigeria. Attacco Boko Haram a un mercato, 45 morti e 26 feriti (1 upd)
Nigeria. Offensiva truppe Abuja a Boko Haram, almeno 50 morti
Nigeria. Esercito, ucciso vicecapo Boko Haram.
Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 27 morti e 300 case bruciate
4 novembre 2013
(ASCA) – Roma, 4 nov – Militanti di Boko Haram armati hanno attaccato a bordo di motociclette e pick-up la citta' di Bama in Nigeria, provocando la morte di 27 persone e dando alle fiamme quasi 300 abitazioni. La notizia e' stata diffusa da un ufficiale governativo locale, secondo il quale gli assalitori erano una settantina di persone e hanno causato anche 12 feriti. I militanti del gruppo hanno anche distrutto 40 negozi, razziato degli allevamenti e derubato i residenti di circa 19 mila euro.
Boko Haram e' accusata anche di un attentato avvenuto nel week-end a Borno, dove trenta persone, incluso lo sposo, hanno perso0 la vita durante una festa di matrimonio. (fonte AFP).
Nigeria. Offensiva truppe Abuja a Boko Haram, almeno 50 morti
Nigeria. Ministro, in corso negoziati con ribelli Boko Haram
Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 60 morti
Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 27 morti e 300 case bruciate
Nigeria. Esercito, ucciso vicecapo Boko Haram
14 agosto 2013 (ASCA) – Roma, 14 ago – L'esercito nigeriano ha annunciato la morte del numero 2 in comando di Boko Haram, Momodu Bama, alias Abu Saad. "E' stato ucciso nella risposta dei nostri militari all'attacco terroristico del 4 Agosto" condotto dal movimento islamista.
Momodu Bama era considerato il vice di Abubakar Shekau, divenuto il leader del gruppo nel 2009 dopo la morte del fondatore Mohammed Yusuf. (fonte AFP).
[ perché i satanisti kerry 322 Bush, 666 Rothschild non guardano a queste notizie?
[ perché nei media massonici occidentali, Bildenberg, Fmi-NWO, Troika, non si dice mai, che, sono quasi sempre le vittime cristiane, di martiri cristiani innocenti?
[ Perché USA, UE, Lavorano per la geopolitica criminale della LEGA ARABA per rovinare Israele?] Nigeria. Attacco Boko Haram a un ostello di studenti.
Nigeria. Boko Haram attacca una scuola: uccisi 40 studenti.
Nigeria. Nigeria, Boko Haram attaccano scuola: strage di studenti.
Nigeria. Jihadisti Boko Haram attaccano scuola: almeno 28 morti.
Nigeria. Onu, oltre 1.200 morti in attacchi Boko Haram da maggio.
16 dicembre 2013.(ASCA) – Roma, 16 dic – Gli attacchi condotti dal gruppo islamista Boko Haram in Nigeria hanno provocato oltre 1.200 morti dallo scorso mese di maggio. Lo ha reso noto l'agenzia umanitaria dell'Onu in un comunicato, precisando che il bilancio non comprende le persone uccise durante le operazioni militari.
Dal 14 maggio, le violenze della setta hanno costretto il governo nigeriano a varare leggi di emergenza per gli stati di Adamawa, Borno e Yobe e il presidente Goodluck Jonathan ha inviato migliaia di soldati per cercare di fermare le operazioni di Boko Haram. (fonte AFP).
Attacco Boko Haram in una scuola, almeno 43 studenti uccisi
25 febbraio 2014. Nigeria. Attacco Boko Haram in una scuola, almeno 29 studenti uccisi
25 febbraio 2014. Nigeria. Attacco Boko Haram a un ostello di studenti
25 febbraio 2014. Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 60 morti (1 update)
20 febbraio 2014. Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 60 morti
20 febbraio 2014. Nigeria. Onu condanna le uccisioni dei Boko Haram
18 febbraio 2014. Nigeria. Allarme governatore Borno, i Boko Haram sono armati meglio
17 febbraio 2014. Nigeria. 39 morti in attacco Boko Haram contro villaggio
12 febbraio 2014. Nigeria. Militanti di Boko Haram attaccano 2 villaggi nel Borno, 4 morti
12 febbraio 2014. Nigeria. Attacco Boko Haram a un mercato, 45 morti e 26 feriti (1 upd)
27 gennaio 2014. Nigeria. Attacco Boko Haram a un mercato, 45 morti e 26 feriti
27 gennaio 2014. Egitto. Esplode una quarta bomba in Egitto
Il bilancio delle vittime dei quattro attentati avvenuti al Cairo il 24 gennaio è di almeno sei morti e più di settanta feriti.
24 gennaio 2014. Egitto. Tre bombe al Cairo, almeno 5 morti
Il 24 gennaio tre bombe sono esplose al Cairo, in Egitto, alla vigilia del terzo anniversario della caduta del regime di Hosni Mubarak.
24 gennaio 2014. Nigeria. Esplosione in mercato affollato a Maiduguri, 17 morti
14 gennaio 2014. Nigeria. Boko Haram attaccano festa di nozze, sette morti
30 dicembre 2013. Nigeria. Offensiva truppe Abuja a Boko Haram, almeno 50 morti
24 dicembre 2013. Nigeria. Onu, oltre 1.200 morti in attacchi Boko Haram da maggio
16 dicembre 2013. TMNews. Onu: attacchi Boko Haram hanno fatto oltre 1200 morti da maggio
Quando è stato proclamato lo stato di emergenza
16 dicembre 2013. Nigeria. Farnesina conferma, liberato tecnico siciliano Marcello Rizzo
13 dicembre 2013. Nigeria. Attacco Boko Haram contro esercito a Maiduguri
2 dicembre 2013. Nigeria. Esercito bombarda campi di Boko Haram, uccisi militanti
28 novembre 2013. TMNews. Nigeria, prete francese in mano ai fondamentalisti Boko Haram
Vandenbeusch rapito giovedì in Camerun, lavorava in zona a rischio
15 novembre 2013. camerun. Boko Haram rivendica rapimento prete francese
15 novembre 2013.. Nigeria. Usa inseriscono Boko Haram e Ansaru fra gruppi terroristi
13 novembre 2013. Nigeria. ..Via libera da Senato a stato di emergenza per altri 6 mesi
7 novembre 2013. Nigeria. Onu, Boko Haram presto accusato di crimini contro umanita'
5 novembre 2013. Nigeria. Attacco Boko Haram a Bama, 27 morti e 300 case bruciate
4 novembre 2013. Nigeria. Blitz esercito contro Boko Haram, uccisi 74 islamisti
25 ottobre 2013. Nigeria. Amnesty denuncia massacro di studenti e scuole assediate
Nell'ultimo attacco uccisi 40 studenti in dormitorio
4 ottobre 2013. Nigeria. Boko Haram attacca una scuola: uccisi 40 studenti
Colpiti mentre dormivano
29 settembre 2013. Nigeria. Nigeria, Boko Haram attaccano scuola: strage di studenti
Presi di mira gli alloggi.
29 settembre 2013. Nigeria. Jihadisti Boko Haram attaccano scuola: almeno 28 morti
Presi di mira gli alloggi degli studenti
29 settembre 2013. Nigeria. Scontri fra esercito e Boko Haram anche nella capitale
20 settembre 2013. Nigeria. Esercito attacca covo Boko Haram a Borno, uccisi 150 islamisti
18 settembre 2013. Nigeria. Espulsi 22mila clandestini, "strumenti in mano a terroristi"
23 agosto 2013. Nigeria. Esercito, ucciso vicecapo Boko Haram
14 agosto 2013. Nigeria. Due attacchi nel nord del Paese, 56 morti e 26 feriti
13 agosto 2013. Terrorismo. A far scattare l'allarme una conference call di Al-Qaeda
7 agosto 2013. Nigeria. Attentati in zona cristiana a Kano, sale a 24 bilancio morti
Le responsabilità delle forze di sicurezza
La polizia nigeriana è sotto accusa perché non ha saputo fermare gli attentati dello scorso fine settimana messi a segno dalla setta islamista Boko Haram. Un'inchiesta del quotidiano Vanguard.
11 novembre 2011
Chi sta minacciando, le responsabilità delle forze di sicurezza
La polizia nigeriana è sotto accusa perché non ha saputo fermare gli attentati dello scorso fine settimana messi a segno dalla setta islamista Boko Haram. Un'inchiesta del quotidiano Vanguard.
11 novembre 2011
Chi sta minacciando il gigante africano
Proteste per l'aumento del carburante, minacce contro i cristiani: il paese è preda della violenza. Ma il vero problema non sono i fondamentalisti islamici.
3 gennaio 2012. Nigeria. Una delle cinque bombe esplose in Nigeria il giorno di Natale. Le azioni sono state rivendicate dalla setta islamica Boko Haram. (Afolabi Sotunde, Reuters/Contrasto)
25 dicembre 2011. La nuova strategia dei terroristi
L'uccisione a Sokoto, nel nord della Nigeria, di Franco Lamolinara e Chris McManus, due ingegneri che lavoravano per un'azienda di costruzioni italiana, causa tensioni tra Londra e Roma, che non è stata avvisata del blitz. Ma soprattutto mostra un aumento della violenza da parte dei gruppi terroristi locali.
9 marzo 2012. Nigeria. Da dove nasce il fanatismo di Boko haram
La violenza organizzata della setta islamica Boko haram è stata preceduta da migliaia di omicidi su base religiosa, a cui le autorità hanno reagito con il silenzio e l'inazione, sostiene il premio Nobel Wole Soyinka. Stati Uniti. The African network. Il Pentagono ha messo in piedi una struttura segreta dedicata alle operazioni antiterrorismo (Special operation forces) in Africa. Dal Burkina Faso all'Uganda effettuano voli di sorveglianza con droni e aerei tradizionali per colpire i covi dell'Lra, di Aqmi, Boko haram. Ma è una strategia potrebbe ritorcersi contro gli Stati Uniti.
14 giugno 2012. Italia. Ancora otto italiani sotto sequestro
Per Rossella Urru, Giovanni Lo Porto e i marinai della Enrico Ievoli le trattative per la liberazione non sono ancora finite.
17 aprile 2012. Nigeria. Nuova strage di cristiani. Sono almeno dieci le vittime di un attacco contro un villaggio nel nordest del paese. La polizia sospetta Boko Haram.
3 dicembre 2012. Nigeria. Attentati in zona cristiana a Kano, 12 morti
30 luglio 2013. Nigeria. Ministro, in corso negoziati con ribelli Boko Haram
10 luglio 2013. Nigeria. Il presidente dichiara lo stato d'emergenza
Il presidente Goodluck Jonathan ha dichiarato lo stato d'emergenza in tre stati nel nordest della Nigeria, per fermare l'avanzata dei ribelli islamisti Boko Haram.
15 maggio 2013. Nigeria. La città di Baga, in Nigeria, dopo il raid dell'esercito contro la setta islamica Boko haram. (Afp) 26 aprile 2013
[ Chi sta minacciando il gigante africano? l'ARABIA SAUDITA, e i suoi satanisti Bush 322 Kerry, Fmi Spa, Nwo, ovviamente!
Proteste per l'aumento del carburante, minacce contro i cristiani: il paese è preda della violenza. Ma il vero problema non sono i fondamentalisti islamici.
3 gennaio 2012. 3 dicembre 2012. Nigeria. Attentati in zona cristiana a Kano, 12 morti
30 luglio 2013. Nigeria. Ministro, in corso negoziati con ribelli Boko Haram
10 luglio 2013. Nigeria. Il presidente dichiara lo stato d'emergenza
Il presidente Goodluck Jonathan ha dichiarato lo stato d'emergenza in tre stati nel nordest della Nigeria, per fermare l'avanzata dei ribelli islamisti Boko Haram.
15 maggio 2013. Nigeria. La città di Baga, in Nigeria, dopo il raid dell'esercito contro la setta islamica Boko haram. (Afp)26 aprile 2013
my JHWH, ed è: questa, la merda più ripugnante, un nazi salafita ottomano, come, Erdogan, che, lui è anche un massone! Questa è l'abominio della desolazione! come a dire: satanallah alevato alla potenza del quadrato!
[ open letter from Unius REi to King SAUDI ARABIA, e quale persona, è così onesta, da meritare, la mia amicizia? allora, io non dovrei avere amici, e quindi, io dovrei fare, il monaco in una grotta, nel deserto!! Certo, io litigherie, anche, con, il Papa, perché, il suo celibato coatto, è un abominio! quindi, non è intelligente, per lui, e per nessuno, di: pensare, di contendere, contro, di me.. io tollero le situazioni, quando queste, non soffocano, la vita, a persone innocenti, io cerco, di evitare, lo scontro, con, tutti.. anche perché, lo scontro, contro, un politico universale, come, Unius REI, sarebbe qualcosa, di troppo pericoloso.. ma, la mia legge non è complicata, e le mie richieste sono giuste, semplici, ragionevoli.. ma, io non sento, di essere il complice, del Papa, degli israeliani, o di qualcuno... semplicemente perché, la mia vita, non, avrebbe, un significato, se, io mi staccassi, me stesso, dalla presenza di Dio, che, è nella mia coscienza: imparziale, pura... cosa il mondo potrebbe darmi, se, la mia speranza è oltre il mondo? tutti quelli che amano Dio, non amano più il mondo, perché, tutto quello, che, è nel mondo, è seduzione vanità!
King SAUDI ARABIA, quindi, il mio lavoro, non è il potere terreno, terrestre, in se! ma, aiutare tutti, ad elevare la soglia della giustizia politica.. in questo, tutti possono sforzarsi di relizzare il Regno di Dio.. e nessuno può riuscirci meglio dei musulmani, perché loro partono avvantaggiati, molto avvantaggiati... quindi io non mi impegno nella conduzione diretta, di un qualche governo terrestre, perché io rappresento la giustizia, ciopè, l'ideale di quello che la giustizia potrebbe essere, per i miei amici.. infatti, io non sono un idolo, io sono un ministero.. e chi ha un ministero ha un lavoro da fare per il Regno di dio. ed il mio lavoro non è un lavoro religioso, ma un lavoro politico, ecco perché è scritto: "voi siete servi inutili!" quando, voi fate bene, il vostro lavoro, voi dite: "non abbiamo fatto, niente, di eccezionale, abbiamo fatto, soltanto, il lavoro, che, ci era stato detto di fare!"
King SAUDI ARABIA, ma, Gesù non ha detto: a tutti i cristiani: "voi siete la luce del mondo?".. quindi, non ha detto voi siete, soltanto, la luce per Israele! Quindi, io non posso essere vendicativo, come gli altri uomini.. questo non è concesso ad Unius REI. io posso colpire i crimini nel futuro, non ho giurisdizione sui crimini del passato.. Quindi se Bush 322, e Kerry diranno: "noi non vogliamo essere, i satanisti, i massoni, i farisei, mai più!", poi, io diventerò, anche, il loro alleato. perché, in Unius REI, non c'è mutazione o preferenza, tra, le persone, infatti, la giustizia è immortale! e perché Israele, ha cambiato idea, ed ha deciso, dopo, 2000 anni, di allearsi, con, i cristiani? Perché i farisei lo avevano messo in tunnel senza speranza per farlo morire, per faarlo uccidere da te.. ed io sono stato l'unico, al mondo, che, io ho salvato Israele, dal suo destino di sterminio, che, tu, e, Rothschid, con, le vostre stregonerie, complotti massonici Bildenberg, ipocrisie, magie, voi avevate programmato, contro, di lui: la nuova shoah! Quindi, Israele ha fatto esperienza, della misericordia di Dio, per lui, attravero, di me, attraverso cioè, la potenza di questo ministero! .. ed a te piace troppo, tutto, tutto questo sistema di satanisti massoni, network, satellite TV, per fare morire: i dhimmi, e gli sciiti! perché: il genocidio: è la tua tecnica preferità, tu sei il figlio del falso profeta, assassino, bugiardo, esoterista!.. cose c' è, in comune, tra, te ed il regno di Dio? tu sei un bugiardo! e tu menti per uccidere persone innocenti, tutti gli infelici, persone innocenti, pacifiche, che cadono sotto la tua predazione! tu sei il dio gufo, tu sei un mostro, i demoni gioiscono, con te.. il tuo posto sarà l'Inferno!.. è buono il sistema CIA, Bildenberg, sistema massonico, FMI, Spa, NWO, NSA, corporations, 666 Datagate, per fare fare, le guerre civili, in: Siria, Egitto, Ucraina e nel mondo!. io stavo andando, a dormire, quando, io ho sentito, la tua malvagità!" ora, tu ti ricordi, della anima cristiana di Israele?, che, questo atteggiamento, potrebbe appannare l'identità cristiana, di Israele? perché, tu non hai pensato, alla identità cristiana, di tutto il medio Oriente? e quale identità cristiana, è rimasta: a GAZA, o nei territori palestinesi? [ tu non sei credibile! ] Perché, i musulmani devono credere, nella loro merda, e noi cristiani ed Ebrei non dobbiamo credere nella Bibbia? La Bibbia dice, che, la Palestina è di Israele, degli ebrei, e che, il forestiero, ha le stesse leggi! il forestiero non è un goym, dhimmi schiavo.. perché, questa è soltanto, una vostra malvagità! noi sappiamo, che, Dio ha dato agli ebrei questa terra, e, quella parte, del deserto della Arabia Saudita, ecc.. noi sappiamo, che, Dio ha portato gli ebrei in mezzo al mare, li ha fatti vivere 40 anni del deserto, ha ucciso i primogeniti dell'Egitto.. ma, di Maometto, noi sappiamo, che, era pieno di demoni, e che, nessun crimine è mancato nella sua vita! e che, le prime 4 copie del Corano, erano così sante, che, voi le avete bruciate!.. quindi, e, come tu dici.. se, tu non sei un satanista?poi, tu sei obbligato a rispettare la Parola di Dio, che: ha detto, "" questa terra è degli ebrei! ""
Benjamin Netanyahu - [se, non rimuovono la sharia, in tutto il mondo? certo, io deporterò, tutti i palestinesi! ] is AN HONOR FOR ANY CHRISTIAN TO DIE FOR ISRAEL, AND, ACCORDING TO WHICH Nazism, should MUSLIMS, TO DIE FOR ISRAEL? THEY ARE NOT EVEN AWARE (and this is a fact demonic), THAT YOU KILL THE MARTYRS 300 dhimmi, EVERY DAY, FOR THE SHARIA Nazism! THEREFORE, THE EXCLUSION OF MUSLIMS IS NOT BY U.S., BUT, IS A VIOLENCE THAT WE HAVE SUFFERED BY THE ARAB LEAGUE, serial killers under the aegis of the UN..] ISRAEL. "Divide et impera" (this expression is an evil that should be ashamed AsiaNews, because the only imperialist project, is that jihadists Boko Aram, the Taliban, Ottomans, etc... are doing in the world!) Arab Christians (who can only hope, genocide in the Arab League, as citizens dhimmi slaves) in the Israeli army (which are excluded from the Muslim Arabs rightly so). Arab Christians (who can only hope, genocide in the Arab League, as citizens dhimmi slaves) Arab Christians, they are in the Israeli army (which are been excluded from the Muslim Arabs, rightly so). (the Palestinian issue is an ideological issue for the global caliphate, and the technique of genocide, which they do in Kosovo, Nigeria, Syria, etc... is the true Islamic Nazism, racism, if we do not defend these murders? then, we're all gonna die!). Yariv Levin a member of the Likud. Interviewed by the newspaper Maariv a few weeks before, he explained that the purpose of the Act is "to ensure the separate representation and a separate treatment to the Christian community to distinguish in this way by Arab Muslims." He added: "This is an important historic step that could help balance the State of Israel and connect to the Christians [ I worked six years to achieve this goal, it is also a theological truth ! so many disasters in the world, took place because Satan Pharisee Bildenberg has divided Christians and Jews, and this was never God's plan but, the project of the Pharisees Illuminati bildenberg, who wanted to rob the banking seigniorage ! ] and I want not to call them Arabs, because they are not Arabs. " "We - he said - we have a lot in common with Christians. They are our natural allies a counterweight against Muslims ( Nazis without, reciprocity and without human rights, which do not give a sacred value to human life, of all Peoples! ) that want to destroy the country from within " ( this is true Muslims are dumb blind, absolutely ideologically manipulated by UMMA or worldwide caliphate their manic delirium paranoid, that is from Saudi Arabia Iran, nazi, criminal sharia! ). The law passed two days ago, is seen as a wedge, which tends to divide the population of Palestinian origin, on the basis of religion, and to oppose Christians and Muslims, making the first of the "allies" of the State of Israel (and unfortunately this is not a situation that we wanted, but it is the sharia that did this crime, because it is the Sharia, which does not allow reciprocity!). [But, the division we did not get it, this is in fact, dramatically, in the extinction of the Christian presence in the Middle East! and if Christians are extinct? which jew, POTA survive?.. is that God wants, and that he always wanted to, this alliance with the Christians, because we do not have the culture of genocide, which the Islamists have! ] [and, to which title, islamic talks, if it is forbidden, under pain of death, for a Muslim to convert to another religion? ] (Muslims)... [no, they are not bad, they are serial killers, most recently in Egypt have burned 60 churches, and killed dozens of Christians, just because the "Muslim brothers" were angry, against People, and Sissi! ] [And why not also sign the ARAB LEAGUE, these agreements to give up, to sharia Nazi?] [, so what? the worst thing they can do, after, having exterminated the dhimmi Christians in the Palestinian territories as throughout the ARAB LEAGUE? what kind of democracy, reciprocity, and, can boast of their human rights? all the innocent people, they muslims kill, why? etc... die for nothing, for their crime,s are not responsible Saudis? ] this is the land that, God gave to the Jews, and we Christians are guests, therefore, there is no Christian identity of Israel]. Ghattas asks the pope to intervene with the Israeli government to stop "the policy of divide-and-conquer, that Israel applies to hurt the Palestinian minority" in the state. [] And where is the problem? if you remove the Sharia, they will also be integrated as Christians! [] The Pope could not do, ever, a mistake criminal, as what is being asked, that is, spit on the Christian martyrs, that sharia, kills, every day!
26/02/2014 [ è UN ONORE, PER QUALSIASI CRISTIANO, MORIRE PER ISRAELE, ED, IN BASE A QUALE NAZISMO, I MUSULMANI DOVEBBERO MORIRE PER ISRAELE? LORO NON SONONEANCHE CONSAPEVOLI (e questo è un fatto demonico), CHE, SI UCCIDONO 300 MARTIRI DHIMMI, OGNI GIORNO, PER IL NAZISMO DELLA SHARIA! QUINDI, LA ESCLUSIONE DEI MUSULMANI, NON VIENE DA NOI, MA, è UNA VIOLENZA, CHE, NOI ABBIAMO SUBITO, DALLA LEGA ARABA, degli assassini seriali sottoegida ONU.. ] ISRAELE. "Divide et impera" (questa espressione è una malvagità, che dovrebbe fare vergognare AsiaNews, perché l'unico progetto imperialistico, è quello che, jihadisti, Boko Aram talebani, ottomani, ecc.. stanno facendo nel mondo! ): la nuova legge israeliana che separa i cristiani arabi dai musulmani. di Joshua Lapide. Una legge - di poca importanza - sulle pari opportunità di impiego distingue, fra, rappresentanti cristiani e musulmani arabi. Lo scopo dichiarato è rendere i cristiani "alleati" dello Stato d'Israele, escludendo i musulmani. Il timore della popolazione araba cristiana. Lettera a papa Francesco per fermare la campagna di arruolamento, dei cristiani arabi (che, possono solo sperare, il genocidio nella lega araba, come cittadini schiavi dhimmi) nell'esercito israeliano (da cui sono esclusi i musulmani arabi: giustamente). Gerusalemme (AsiaNews) - Una nuova legge che prevede differenti rappresentanze, cristiane, e musulmane fra gli arabi israeliani, è accusata di razzismo da ebrei e palestinesi (la questione palestinese è una questione ideologica per il califfato mondiale, e la tecnica del genocidio, che, fanno in Kosovo, Nigeri, Siria, ecc.. è il vero razzismo nazismo, se, non ci difendiamo poi, noi moriremo! ). Il 24 febbraio, la Knesset ha votato a maggioranza, una legge di poca importanza: l'ampliamento dei rappresentanti nel consiglio per le pari opportunità, di impiego. Con la legge si passa da cinque, a 10 rappresentanti, suddivisi fra cristiani, musulmani, drusi e circassi. Alcuni parlamentari hanno subito squalificato la legge come "inutile": l'impegno della società, per offrire posti di lavoro, è rivolto in generale agli arabi, non in modo specifico a cristiani o musulmani. Ma ad accendere gli animi sono state, soprattutto, alcune dichiarazioni dello sponsor della legge, Yariv Levin, deputato del Likud. Intervistato dal giornale Maariv, alcune settimane prima, egli ha spiegato, che, lo scopo della legge è "garantire una rappresentanza separata, e un trattamento separato alla comunità cristiana, per distinguerla, in tal modo dai musulmani arabi". E ha aggiunto: "Questo è un importante, passo storico, che, potrebbe aiutare l'equilibrio nello Stato d'Israele, e collegarci ai cristiani, [io o lavorato, sei anni per ottenere questo obiettivo, che è anche una verità teologica!, tanti disastri nel mondo, sono avvenuti perché, satana fariseo bildenberg, ha diviso cristiani ed ebrei, e questo, non è mai stato il progetto di Dio, ma, il progetto dei farisei, che, hanno voluto rubare il signoraggio bancario! ] e ci tengo, a non chiamarli arabi, perché, essi non sono arabi". "Noi - ha spiegato - abbiamo molto in comune, con i cristiani. Essi sono i nostri alleati naturali, un contrappeso, dei musulmani (nazisti senza reciprocità, e senza diritti umani, che, non danno un valore sacro, alla vita umana di tutti! ) che, vogliono distruggere il Paese dall'interno" (questo è vero, i musulmani sono ottusi, ciechi, assolutamente strumentalizzati ideologicamente, dalla UMMA, o califfato mondiale il loro delirio maniacale, paranoico, che sorge, dalla Arabia Saudita, Iran!). Gli arabi israeliani sono discendenti dei 160mila palestinesi rimasti nel territorio che, nel 1948 è divenuto lo Stato d'Israele. Al presente essi sono circa 1,3 milioni, il 20%, della popolazione totale (7,9 milioni). Essi hanno cittadinanza piena e diritto di voto, anche se, lamentano spesso una certa emarginazione nella società, soprattutto nel mondo del lavoro. La legge varata due giorni fa, è vista come un cuneo, che, tende a dividere la popolazione di origine palestinese, in base alla religione, e ad opporre cristiani e musulmani, facendo dei primi degli "alleati" dello Stato di Israele (e purtroppo, questa non è una situazione, che, noi abbiamo voluto, ma, è la sharia, che, ha fatto tutto questo crimine, perché, è la sharia, che, non ammette la reciprocità! ). Issawi Freiji, del partito Meretz ha bollato la legge come "un tentativo di definire lo Stato secondo la religione", andando, contro, al concetto di cittadinanza, che, non fa distinzioni di colore, genere o religione. Jamal Zahalka, capo del partito Balad, ha attaccato in modo diretto lo sponsor della legge: "Levin è interessato a dividere, in modo crudele la popolazione araba... Noi non saremo i suoi lacché". [ ma, la divisione non siamo stati noi farla, questa è nei fatti, drammaticamente nella estinzione, della presenza cristiana inmedio oriente! e se sono estinti i cristiani? quale ebreo potà sopravvivere!.. è Dio che vuole e che ha sempre voluto questa alleanza, con i cristiani, perché, noi non abbiamo la cultura del genocidio, che, gli islamici hanno! ] Hanan Ashrawi, dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), ha dichiarato, che, "questa legge vuole creare una nuova realtà, in mezzo al nostro popolo, basata sulla religione, e non sull'identità nazionale". [e a quale titolo, lui parla, se, è proibito, sotto pena di morte, per un musulmano, di convertirsi ad altra religione? ] Fra tutte le posizioni, spiccano le affermazioni, di un editoriale riportato, oggi, su Haaretz, che, accusa la legge di razzismo, dividendo la società, fra, "buoni arabi" (i cristiani) e "cattivi arabi" (i musulmani)... [no, non sono cattivi, sono assassini seriali, ultimamente in Egitto hanno bruciato 60 Chiese, e ucciso decine di cristiani, soltanto perché, i "fratelli musulmani" erano arrabbiati! ] "Tale distinzione mira, a far scoppiare conflitti, fra, le minoranze, in uno stile di divide-et-impera, che, va contro gli accordi internazionali firmati da Israele". [ e perché, non firma anche, la LEGA ARABA, questi accordi per rinunciare alla sharia nazista?] Fonti cristiane a Gerusalemme, fanno notare ad AsiaNews, che, in sé la legge non porta alcun cambiamento sostanziale, dato che, "i cristiani rimangono arabi, per etnia e tradizione". Ma vi è il timore diffuso, che grazie all'operato della Knesset, siano proprio i musulmani palestinesi, a guardare i cristiani come "nemici", e come "alleati" dello Stato israeliano. [e allora? cosa di peggio possono fare, dopo, avere sterminato i cristiani dhimmi, nei territori palestinesi come in tutta la LEGA ARABA? quale democrazia, reciprocità, e diritti umani loro possono millantare? le le persone innocenti che loro uccidono, ecc.. muoiono per niente, sono crimini senza responsabili sauditi? ] A questo contribuisce anche una decisa campagna - sostenuta dal premier Benjamin Netanyahu - ad arruolare nelle file dell'esercito israeliano, sempre più cristiani, mentre, i musulmani arabi rimangono esclusi. A tale proposito, il deputato Basel Ghattas (cristiano ortodosso) ha scritto una lettera a papa Francesco, che dovrebbe venire in Terra Santa in maggio, consegnandola al nunzio apostolico mons. Giuseppe Lazzarotto. Nella lettera, egli, denuncia il tentativo di "israelizzare la minoranza araba" (è più che normale siamo in Israele), che, potrebbe appannare l'identità cristiana, nel Paese [tutte sciocchezze, questa è la terra che Dio ha dato agli ebrei, e noi cristiani siamo ospiti, quindi, non esiste nessuna identità cristiana di Israele ]. Ghattas chiede, al pontefice di intervenire, presso, il governo israeliano per fermare "la politica del divide-et-impera, che, Israele applica per ferire la minoranza palestinese" nello Stato. [] e dove è il problema? se, viene rimossa la sharia, anche loro potranno essere integrati come i cristiani! [] il Papa non potrebbe fare, mai, un errore criminale, come quello che gli viene chiesto: cioè, sputare sui martiri cristiani, che la sharia fa ogni giorno!

26/02/2014 CINA [ chi cerca i diritti umani?, non cerca il separatismo! se, ci sono testimoni attendibili di questo separatismo? e i suoi studenti dovrebbero essere concordi.. poi, lui deve essere punito!.. se è falsa l'accusa di separatismo, poi, lui deve essere rilasciato IMMEDIATAMENTE! ] Cina, docente uighuro accusato di "incitare al separatismo". Il governo cinese ha formalizzato le accuse contro Ilham Tohti, professore di economia di etnia uighura e famoso attivista per i diritti delle minoranze che vivono in Cina, arrestato in gennaio. Sconosciuto il luogo della sua detenzione. Gruppi per i diritti umani chiedono alla comunità internazionale di intervenire.

26/02/2014 [ [ es la ideología de los wahabíes salafistas fundamentalismo violación nazi, en contra, todos los derechos humanos bajo la égida de la ONU que ha minado cualquier posibilidad, para abolir el Islam como una vez que se abolió el nazismo ! este desastre se ha convertido en inevitable a causa de los masones Bildenberg Illuminati Spa FMI FED FMI BCE, ECB los OMG.. ecc.. fariseos que tenían que tener su Tercera Guerra Mundial, para dar lugar al reino de Satanás.. aquí, porque la Liga Árabe, en contra de su voluntad es el precursor de Satanás ! ] ] 26/02/2014 12:19
LÍBANO. Francisco y Benedicto XVI "Unidos en la oración" por los cristianos y musulmanes en el Líbano. El Papa emérito ha confiado al Patriarca Rai rezar todos los días por el país que le dio "momentos memorables". Hoy, en los círculos cristianos y entre la élite, se pueden escuchar algunas grandes figuras desoladas por haber " trabajado para nada", y confiesan amargamente que "hemos estado equivocados, al decidir quedarnos". Otros no creen que el Islam les permita la plena libertad religiosa.

Beirut (AsiaNews) - El Líbano es "la oración de cada día" para Benedicto XVI. Es lo que le ha confiado él mismo, el domingo pasado, al Patriarca Rai, de acuerdo a la información de la sede patriarcal de Bkerke. El patriarca ha tenido la confidencia durante la primera misa celebrada en San Pedro, con los recién nombrados cardenales. El Papa emérito y el Patriarca estaban sentados no muy lejos el uno del otro, dice el informe. La extraordinaria lealtad de Benedicto XVI en la oración para el Líbano tiene sus raíces en la visita pastoral que él ha hecho del 14 al 16 de septiembre de 2012. Fue la última visita pastoral del Papa antes de su aguda y de altas miras decisión de retirarse. El encuentro con los líderes espirituales y funcionarios, en Baabda, y especialmente el encuentro con los jóvenes en Bkerke, había representado para Benedicto XVI "momentos inolvidables ", según personas cercanas a él. El modelo libanés de convivencia brilló ante los ojos del Santo Padre y el contagioso entusiasmo de los jóvenes lo habían conquistado. En el Líbano, el Papa había venido a suplicar - ya entonces - la paz y el fin del conflicto en Siria. También había advertido contra el "fundamentalismo religioso", que llamó la amenaza "mortal" en el momento en el que la región era sacudida por protestas contra una película islamófoba. En la Exhortación Apostólica "La Iglesia en el Medio Oriente ", que firmó poco después de su llegada, Benedicto XVI afirmó que este fundamentalismo "aflige a todas las comunidades religiosas y rechaza la convivencia secular", que caracterizó a países como el Líbano. Estas son palabras que siguen siendo de vital importancia hoy día, cuando en un par de semanas un nuevo viaje apostólico, esta vez, traerá al Papa Francisco a Tierra Santa y a Jordania (24 de mayo de 2014), en continuidad con aquellos que han hecho Benedicto XVI, y antes de él, Juan Pablo II. Vemos el fundamentalismo, es decir, la manipulación de la religión con fines políticos, el trabajo en los atentados suicidas contra zonas chiíes. Pero, por desgracia, este fundamentalismo, que es la exclusión espiritual devastadora del otro por todas partes. Para convencerse basta sólo leer el periódico con trozos de conversaciones capturadas al vuelo: Líbano se hunde en la melancolía, la desesperación y la exclusión. En los círculos cristianos, y entre la élite, ahora se puede escuchar algunas grandes figuras desoladas por haber " trabajado para nada", y confiesan amargamente que "hemos estado equivocados, al decidir quedarnos". Otros no creen que el Islam les permita la plena libertad religiosa. Muchos hablan con conocimiento de causa. El clientelismo confesional hace daño en la administración. Por otro lado, el deterioro de la política ha hecho su trabajo. A la espera de algunos de "preservar los logros de los cristianos", sectores de la población finalmente están disgustados de su patria. Diez meses de crisis de gobierno han desactivado todas sus esperanzas.
El Papa Francisco irá a Amman, Belén y Jerusalén. No se sabía ayer si la referencia hecha por el nuncio fue intencional. Monseñor Gabriele Caccia, dijo, en respuesta a una pregunta, que el Líbano "no aparece en el momento " en el itinerario del Papa de mayo próximo. ¿Esto significa que podría ir? Debemos esperarlo. Las palabras de consuelo por parte de una de las más altas autoridades morales no harían nada mal a los libaneses que dudan ahora de su vocación. No se repite con bastante frecuencia: de una manera determinada y muy hermosa que el Líbano es la obra maestra de los Maronitas y otras comunidades culturales que se han unido con ellos para el proyecto de la creación del Líbano, en 1920. Pero esta obra maestra del pluralismo no se detiene, está en fabricación. Hoy está en peligro y sería una pena que un siglo después de la creación del Líbano de los cristianos y musulmanes se renunciará en un momento de desánimo, a perder la confianza en su durabilidad. Los cristianos del Líbano, dijo brillantemente el Imam Mohammad Mehdi Chamseddine, "son responsabilidad de los musulmanes". El imán hablaba de su seguridad y su libertad. Es verdadera la reciprocidad. Los musulmanes de Líbano y el mundo árabe hoy son la responsabilidad de los cristianos. Espiritualmente. Hoy más que nunca, los cristianos, están en el Líbano o en cualquier otro lugar en el mundo árabe, son y deben seguir siendo - espiritualmente, hasta las últimas consecuencias de esta asunción de responsabilidad - los agentes de una gran mediación, la llamada del amor. Y la esencia de su fe. Más allá de la letra de todas las religiones, en el que esta realidad está presente, es en el cristianismo que eso se propone más claramente y es lo que los cristianos deben mantener con firmeza, volando en ayuda de sus respectivos países de origen y de este mundo árabe desgarrado que se les ha encomendado.

02/26/2014 [[is the ideology of the Salafi Wahhabis, fundamentalism Nazi rape, against, every human right, under the aegis of the UN, which has undermined, any possibility, for to abolish Islam as once was abolished Nazism! this disaster has become inevitable, because of the Masons Bildenberg, Illuminati, Spa, FMI, FED, IMF, BCE, Ecb, Gmos.. ecc.. Pharisees, that they needed to have their World War III, to give rise to the kingdom of Satan.. here, because the Arab League, against his will, is the precursor of Satan! ]] LEBANON. Francis and Benedict XVI "united in Prayer" for Christians and Muslims in Lebanon. by Fady Noun. The Pope Emeritus told Patriarch al-Rahi that he prays every day for the country that gave him "unforgettable moments." Today, major figures in Christian circles and among the elite are dejected for having "worked for nothing," bitter that they "were wrong to stay." Others believe that Islam will not allow them full religious freedom. Beirut (AsiaNews) - Lebanon is part of the "daily prayer" of Benedict XVI, the latter told Patriarch al-Rahi on Sunday, this according to a report from the patriarchal see in Bkerke. The patriarch was told about it in confidence during the first Mass celebrated in St Peter in the presence of newly appointed cardinals. The Pope Emeritus and the Maronite Patriarch were not seated very far from one another, the report said. Benedict XVI's extraordinary loyalty through prayer to Lebanon has its roots in his pastoral visit to Lebanon, from 14 to 16 September 2012. It was the pope's last pastoral visit before his incisive and farsighted decision to resign. The meeting with spiritual leaders and officials in Baabda, and especially the meeting with young people in Bkerke, were "unforgettable moments" for Benedict XVI, this according to people close to him. The Lebanese model of coexistence shone in all its glory before the Holy Father and the infectious enthusiasm of youth conquered him. Back then, the pope came to Lebanon to plead for peace and an end to the Syrian conflict. He also warned against "religious fundamentalism," which he described as a "deadly" threat following protests that broke out against an Islamophobic film. In his Apostolic Exhortation Ecclesia in Medio Oriente, which he signed shortly after his arrival, Benedict XVI said that fundamentalism "afflicts all religious communities, and denies their long-standing tradition of coexistence" in countries like Lebanon. These words are of crucial importance today, a few weeks before a new apostolic journey that will bring this time Pope Francis to the Holy Land and Jordan (24 May 2014 ), in the footsteps of Benedict XVI and before him, John Paul II. Fundamentalism, i.e. the manipulation of religion for political purposes, is behind the suicide bombings in Shia areas. Insidiously, this fundamentalism, which is the spiritual exclusion of others, is wreaking havoc everywhere. One only needs to look at the newspapers or overhear conversations: Lebanon has sunk into melancholy, despair and exclusion. In Christian circles, and among the elite, major figures are dejected for having "worked for nothing" and bitterly admit they "were wrong to stay." Based on their experience, others do not believe that Islam would give them full religious freedom. What is more, religious clientelism has harmed the bureaucracy. Somehow, the political rot has done its work. Until someone "preserves the achievements of Christians", some segments of the population have been certainly turned off by their homeland. Ten months of governmental crisis squashed all their hopes. Pope Francis will travel to Amman, Bethlehem and Jerusalem, the nuncio said. It is unclear yesterday whether his remarks were intentional. In answer to a question, Mgr Gabriele Caccia said that Lebanon "is not yet" on the Pope's travel plans for this May. Does this mean that it might be? Let us hope so. Words of comfort from one of today's highest moral authorities would not hurt the Lebanese who now doubt their vocation. It can never be said enough: in a very nice and beautiful way, Lebanon is a cultural masterpiece created by the Maronites and the other communities that joined them to set up Lebanon in 1920. However, the pluralistic masterpiece is not cast in stone, but remains a work in progress. Today Lebanon is in danger and it would be a shame that a century after its creation, Christians and Muslims gave it up in a moment of despair or lose faith in its sustainability. Lebanon's Christians, said beautifully Imam Mohammad Mehdi Chamseddine, "are the responsibility of Muslims." He was referring here to their security and freedom. The other way round is also true. Muslims in Lebanon and the Arab world are now the responsibility of Christians, spiritual speaking that is. Today more than ever, Christians, whether in Lebanon or in any other part of the Arab world, are and must remain - spiritually but with the political consequences of this responsibility in mind - the agents of a broad mediation, which we may call love. This is the essence of their faith.
Beyond the literal nature of all religions, where this essence is felt, it is in Christianity that it is offered in the clearest way. Christians must unswervingly hold onto it, helping their respective countries and the torn Arab world that is entrusted to them.

[è la ideologia dei salafiti wahhabiti, l'integralismo nazista, lo stupro di ogni diritto umano, sotto egida ONU, che ha pregiudicato ogni possibilità, di abolire l'Islam, come, un tempo fu abolito il nazismo! questa sciagura è diventata inevitabile, per colpa dei massoni Farisei Bildenberg, che, avevano bisogno di avere la loro guerra mondiale, per fare sorgere il regno di satana.. ecco, perché, la lega Araba, suo malgrado, è il precursore di satana! ] 26/02/2014 09:44. LIBANO. Francesco e Benedetto XVI "uniti nella preghiera" per i cristiani e i musulmani in Libano. Il Papa emerito ha confidato al patriarca Rai di pregare ogni giorno per il Paese che gli ha dato "momenti indimenticabili". Oggi, negli ambienti cristiani e fra le élite, si possono udire ormai alcune grandi figure desolate per aver "lavorato per nulla" e confessare amaramente che "si sono sbagliati, decidendo di restare". Altri non credono più che l'islam consentirà loro una piena libertà religiosa. Beirut (AsiaNews) - Il Libano è "nella preghiera quotidiana" di Benedetto XVI. E' stato lui stesso a confidarlo, domenica scorsa, al patriarca Rai, secondo una informazione della sede patriarcale di Bkerke. Il patriarca ha avuto la confidenza durante la prima messa celebrata in san Pietro con i cardinali di nuova nomina. Il Papa emerito e il Patriarca erano seduti non lontano l'uno dall'altro, precisa la notizia. La straordinaria fedeltà di Benedetto XVI nella preghiera per il Libano ha le sue radici nella visita pastorale che egli vi ha compiuto dal 14 al 16 settembre 2012. Era l'ultimo viaggio pastorale del Papa prima della sua acuta e lungimirante decisione di ritirarsi. L'incontro con i capi spirituali e i funzionari, a Baabda, e soprattutto l'incontro con i giovani a Bkerke, avevano rappresentato per Benedetto XVI "dei momenti indimenticabili", secondo coloro che gli sono vicini. Il modello libanese della convivenza brillava davanti agli occhi del Santo Padre e l'entusiasmo contagioso dei giovani lo avevano conquistato.
In Libano il Papa era venuto per perorare - già allora - la pace e la fine del conflitto siriano. Aveva anche messo in guardia contro "il fondamentalismo religioso", che aveva definito minaccia "mortale", nel momento nel quale la regione era scossa da manifestazioni contro un film islamofobo. Nella Esortazione apostolica "La Chiesa in Medio oriente", che egli ha firmato poco dopo il suo arrivo, Benedetto XVI affermava che questo fondamentalismo "affligge tutte le comunità religiose e rifiuta la secolare convivenza", che ha caratterizzato Paesi come il Libano. Sono parole che restano di una importanza fondamentale oggi, ad alcune settimane di un nuovo viaggio apostolico che, questa volta, porterà papa Francesco in Terra Santa e in Giordania (24 maggio 2014) in continuità con quelli che hanno compiuto Benedetto XVI e, prima di lui, Giovanni Paolo II. Vediamo il fondamentalismo, cioè la manipolazione delle religioni a fini politici, all'opera negli attentati suicidi contro le zone sciite. Ma, sfortunatamente, questo fondamentalismo, che è esclusione spirituale dell'altro fa devastazioni ovunque. Per convincersene basta la lettura dei giornali nei quali brani di conversazioni colti al volo: il Libano affonda nella malinconia, la disperazione e l'esclusione. Negli ambienti cristiani, e fra le élite, si possono udire ormai alcune grandi figure desolate per aver "lavorato per nulla" e confessare amaramente che "si sono sbagliati, decidendo di restare".
Altri non credono più che l'islam consentirà loro una piena libertà religiosa. Molti parlano con cognizione di causa. Il clientelismo confessionale fa danni nell'amministrazione. D'altra parte, il deterioramento politico ha compiuto la sua opera. Nell'attesa che alcuni "preservino le conquiste dei cristiani", frange della popolazione sono state definitivamente disgustate della loro patria. Dieci mesi di crisi di governo hanno spento tutte le loro speranze.
Papa Francesco andrà ad Amman, Betlemme e Gerusalemme. Non si sapeva ieri se l'accenno fatto dal nunzio era intenzionale. Mons. Gabriele Caccia ha detto, rispondendo a una domanda, che il Libano "non figura, al momento" nell'itinerario del Papa del maggio prossimo. Vuol dire che potrebbe esserci? Bisogna sperarlo. Parole di conforto da parte di una delle più alte autorità morali contemporanee non farebbero affatto male a dei libanesi che dubitano ormai della loro vocazione.
Non lo si ripeterà mai abbastanza: in un modo certo e molto bello il Libano è il capolavoro culturale dei maroniti e di altre comunità che hanno aderito con loro al progetto della creazione del Libano, nel 1920. Ma questo capolavoro di pluralismo non è fermo, è in divenire. Oggi è in pericolo e sarebbe un peccato che un secolo dopo la creazione del Libano cristiani e musulmani ci rinunciassero in un momento di scoraggiamento, o perdessero fiducia nella sua perennità.
I cristiani del Libano, ha detto brillantemente l'imam Mohammad Mehdi Chamseddine, "sono responsabilità dei musulmani". L'imam parlava della loro sicurezza e della loro libertà. E' vera la reciprocità. I musulmani del Libano e del mondo arabo sono, oggi, responsabilità dei cristiani. Spiritualmente. Oggi più che mai, i cristiani, siano in Libano o in qualsiasi altra parte del mondo arabo, sono e debbono restare - spiritualmente, ma fino alle ultime conseguenze politiche di questa assunzione di responsabilità - gli agenti di una grande mediazione, chiamiamola dell'amore. E' l'essenza della loro fede. Al di là della lettera di tutte le religioni, nelle quali questa realtà è presente, è nel cristianesimo che essa si propone più chiaramente ed è a essa che i cristiani debbono tenere fermamente, volando in aiuto delle loro rispettive patrie e di questo mondo arabo lacerato che è loro affidato.
E la ragazza baciò lo scudo in piazza. Proteste durante la visita di Matteo Renzi a Treviso. 26 febbraio, 17:54 [ non sono atti innocenti, sono un vilipendio, ai simboli dello Stato, e devono essere puniti! altrimenti si creerà un pericoloso precedente! adesso ci riempiremo di pussy puttane blasfeme sacrileghe, anche noi! ]
Una ragazza bacia lo scudo di un carabiniere all'esterno del municipio di Treviso durante la visita del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il gesto ricorda il 'bacio del casco' di Nina De Chiffre nel corso di manifestazioni No Tav in Val di Susa.
Kerry, 322, satanista! [] se, tu sei in grado, di fare una informazione corretta, leale, se, i media russi avranno la rilevanza del par condicio ("parità di trattamento" oppure "pari condizioni")? poi, sia il popolo a scegliere!.. ma, quello, che, l'Europa sa dare sono le tasse al 60%, per pagare la nostra sovranità monetaria, che, voi avete rubato, quindi la Russia, lealmente può dare molto di più! Se farete un dialogo ampio e leale? io non manderò i carri armati russi!

Kerry, Russia rispetti integrità Ucraina. Usa non cercano confronto con Mosca, dice segretario Stato. 26 febbraio, #NEW YORK, [ voi credete di avere giocato la vostra partita, in modo onesto, in ucraina? io non credo! quello che hanno fatto gli oppositori, non ha avuto nulla di democratico! la vostra struttura di sovvertire la piazza, e di sovvertire le informazioni, è usa struttura troppo sofisticata, complessa, arriccita di molte, e diverse specializzazioni!! se, è la guerra mondiale, che, voi volete? allora venite pure avanti! ] Gli Stati Uniti non cercano un confronto con la Russia sull'Ucraina ( troppe provocazioni sono state portate contro, la Russia! a partire dalle pussy vostre riot, alla questione dei gay, che, è stata affrontata in modo corretto dalla Russia! Voi state facendo le calunnie, contro, la Russia da molto tempo, per fare vedere, che, sono loro i cattivi! mentre, in realtà, voi siete i complottisti scorretti, come in Siria! ), ha detto il segretario di Stato, John Kerry, aggiungendo che Mosca dovrebbe però essere "molto attenta" nelle sue valutazioni e che, ogni Paese "dovrebbe rispettare l'integrità territoriale" ucraina. Gli Usa hanno detto chiaramente, che, "ogni Paese dovrebbe rispettare integrità territoriale e sovranità" ucraine. "La Russia ha affermato, che, lo farà, e noi riteniamo, che, sia molto importante che mantenga la sua parola".

/profile_redirector/108461863367441244143 [] about Nursi, l'80%, del popolo egiziano, voleva essere liberato, dal nazismo, dei: fratelli musulmani, "loro avevano fatto, le epurazioni, in tutti gli uffici, contro le opposizioni, e contro i musulmani laici, tutte quei crimini che, anche Erdogan ha fatto! " ma, voi siete i nazisti, voi non accettate quello, ch,e dice il popolo.. ma, voi siete maniaci religiosi, assassini seriali! Dio ha fatto, libero, ogni uomo, e, voi avete fatto i cristiani dhimmi schiavi! e questo è vero in tutta la LEGA ARABA, voi avete fatto il genocidio dei cristiani pacifici, che, vivevano prima! ecco perché, la maledizione, ignoranza, fanatismo, ingiustizie, ed il sangue seguirà sempre le vostre vite maledette!.. perché, io non parlo bene dei cristiani, perché, pochi seguono il vero insegnamento di Gesù, il Messia.. lui è la verità, quindi Maometto è un criminale!

Fakir Aciz. 6 minuti fa. whahahaha stupid italian, you are my enemy for life.
Sharia prevarrà!!!!!!!!!!!!! +Fakir Aciz. [ answer] anche tu sei italiano! io non faccio del male a persone pacifiche. perché, io non sono criminale come te! disse San Michele a satana: "ti giudica il Signore Dio Onnipotente!", quindi, anche, io dico a te, ugualmente! "

/profile_redirector/108461863367441244143 [] [] to who Muslim, across America, and throughout Europe we are doing evil to him? but among you Christians can not live, and in fact, you're killing them all! [] If, in Jordan, a Muslim will convert to Christianity? lay off him! deprive him of his wife and children!.. Elsewhere throughout the ARAB LEAGUE, of course, they will kill him! What could be more criminal than this? [ ] a quale musulmano, in tutta l'America, o in tutta l'Europa noi stiamo facendo del male? ma, tra di voi i cristiani non possono vivere, ed infatti, voi li state uccidendo tutti! [] se, in Giordania, un musulmano, si converte al cristianesimo? lo licenziano! gli tolgono la moglie ed i figli!.. altrove, in tutta la LEGA ARABA, certamente, lo uccideranno! cosa c'è di più criminale di questo?

/profile_redirector/108461863367441244143 [ against sharia imperialism: then soon my anger will flare up without the possibility of hope ] your transgressions, and, your Nazism can not be hidden from your lies.. then, is the death of the murderers, who, you need to do, very soon.. why, the Pharisees EU ONU Bildenberg, masonic system NWO, IMF, who apparently seem, today, your allies, against, innocent Christians, according to the science of Kabbalah them, they bring you, to do many crimes, to lose God's protection. then, at the right time, this time Islam will disappear for ever.. of course, I am the Mahdi lorenzoAllah, Unius REI, I do not want all this, but all this will become inevitable, because the King of Saudi Arabia he would not listen! he prefers to be the friend of Satanists USA 322 Bush Kerry cannibals, however, that, to become my friend.. and then with his jihadists, he continues to kill innocent Christians, all over the world! [ against sharia imperialism ] i tuoi delitti, ed il tuo nazismo, non possono essere nascosti, dalle tua bugie.. quindi, è la morte degli assassini, che, tu devi fare, molto presto.. perché, i farisei, che, sembrano apparentemente, oggi, i tuoi alleati contro i cristiani innocenti, secondo la scienza della loro cabbala, portano te a fare troppi delitti, per perdere la protezione di Dio.. quindi, al momento giusto, questa volta, l'Islam scomparirà, per sempre.. ovviamente, io sono il Mahdì lorenzoAllah, Unius REI, io non voglio tutto questo, ma, tutto questo diventerà inevitabile, perché, il King Saudi Arabia non mi ha voluto ascoltare! lui preferisce essere l'amico dei satanisti, invece, che, diventare il mio amico.. e quindi con i suoi jihadisti, lui continua, ad uccidere cristiani innocenti, in tutto il mondo!